L'essenza della Chiropratica

"Get The Big Idea, All Else Follows" B.J.Palmer

I messaggi del corpo

autonomic

Il cervello è paragonabile ad un'enorme sistema computerizzato con un'entrata ed un'uscita, una macchina meravigliosa che calcola, archivia e nulla ha da invidiare ai più potenti elaboratori che, in confronto, sembrano giocattoli. In entrata arrivano tutti gli stimoli provenienti dall'intero corpo, mentre in uscita vengono trasmesse le azioni che il cervello comanda. I messaggi passano dal cervello al midollo spinale e da qui arrivano ai muscoli, alle ghiandole ed agli organi interessati… tutto ciò attraverso i nervi i quali non sono altro che lunghe cellule nervose disseminate per tutto il nostro corpo. Affinché questo processo possa avere luogo, l'impulso mentale deve poter scorrere liberamente attraverso il corpo.

La sublussazione vertebrale

subluxation

Quando una vertebra non è più allineata con le altre, provoca un'interferenza nella trasmissione dei messaggi tra cervello e resto del corpo: in questo caso abbiamo una sublussazione vertebrale per definizione chiropratica. Ogni stress, tensione fisica, chimica o emotiva maggiore di quella che l'organismo è in grado di sopportare può essere causa di una sublussazione: lo stress fisico causato da un colpo di frusta violento ma anche dallo stare seduti alla scrivania, giorno dopo giorno, con la testa girata nella stessa direzione; la nascita stessa che può essere traumatica; lo stress biochimico che modifica la struttura chimica del corpo con conseguente danno al tono muscolare ed ai legamenti e infine, lo stress emozionale che causa tensione fisica con conseguenti sublussazioni. I sintomi possono essere per esempio dolore, formicolii, vertigini, emicrania, digestione difficile, dismenorrea, insonnia, cervicalgia, sciatalgia e tanti altri. Il sintomo quindi è una specie di campanello d'allarme che I tessuti inviano al cervello avvertendolo che si è verificato un danno, e che sparisce quando non è più necessario.

Il compito del chiropratico...

...consiste, dopo aver fatto un'analisi completa della spina dorsale, nell'aggiustare la vertebra con un riposizionamento manuale gentile e specifico molto diverso da una manipolazione, in modo che l'interferenza dovuta alla sublussazione sparisca, consentendo ai messaggi di arrivare a muscoli, organi e ghiandole nel modo appropriato, così il corpo ha la possibilità di guarire tramite un controllo cerebrale corretto di tutte le sue funzioni vitali.

La Guarigione

spine

La chiropratica riconosce che la guarigione avviene dall' interno, cioè attraverso un funzionamento armonico dell'intero corpo sotto il controllo del cervello: per questo il chiropratico non tratta i sintomi, bensì corregge le sublussazioni vertebrali. Per ottenere risultati stabili sono necessari quattro stadi di cura:
1- Cura iniziale intensiva
2- Stabilizzazione
3 - Riabilitazione
4- Mantenimento

Sta al paziente decidere ciò che vuole ottenere dalla chiropratica: può scegliere di tralasciare la cura alla fine di qualsiasi stadio, oppure continuare ad ottimare la sua qualità di vita.

Gli "effetti collaterali" che si possono verificare sono sorprendenti, ma in positivo: parecchi pazienti che si sono rivolti al chiropratico per il "trattamento di un sintomo" (mal di schiena, cervicalgia, ecc..) si sono poi accorti con meraviglia che altri problemi, a volte cronici, sono spariti. Si potrebbe perciò dire che gli "effetti collaterali" della chiropratica sono sempre positivi!

La cura preventiva e di mantenimento...

...comporta controlli periodici della colonna vertebrale nei bambini, adulti e anziani per mantenere il corpo forte ed in salute.

Chiropratica... per il benessere

Tante volte, il pubblico si rivolge alla chiropratica quando qualcosa non va, che sia emicrania, vertigini, cervicalgia, ernia discale o tanti altri problemi digestivi, respiratori, circolatori, ormonali, ecc... Questo è l'aspetto medicale, ma la chiropratica non si ferma qui: c'è anche una clientela interessata al benessere attraverso una qualità di vita sempre ottimizzata, cioè non ha bisogno di aspettare la manifestazione dei sintomi per fare un controllo chiropratico; tanta gente conosciuta come atleti, politici, artisti, imprenditori migliorano le loro performance fisiche, mentali e intellettuali grazie a un sistema nervoso libero da ogni interferenza; è come una macchina ben oliata, un computer configurato ottimalmente, tutto è fluido, corpo, mente e intelletto; sono campioni nel loro campo di attività.

Alcuni come Dan O'Brien, medaglia d'oro del decatlon, l'hanno pero pubblicamente dichiarato. Lui non aveva nessun problema di salute quando si è rivolto alla chiropratica ma sapeva che essa poteva migliorare le sue performance. Infatti durante gli allenamenti si accorge che i suoi tempi migliorano e la sua mente si mentiene chiara, concentrata e capace di visualizzare meglio. Sul podio esclama : "Senza la chiropratica, non sarei medaglia d'oro!". Alle Olimpiadi il vincitore del decatlon è consacrato l'atleta più grande del mondo. Essere il migliore nelle dieci discipline atletiche necessita una forte concentrazione mentale abbinata però a un funzionamento fisico perfetto. Non c'è bisogno di essere alle Olimpiadi, al Quirinale, al Festival de Cannes o alla direzione d'una grande azienda per richiedere una qualità di vita migliore e manifestare la nostra energia, creatività, immaginazione e produttività... insomma per essere felici. Questo e l'aspetto della cultura del benessere che la chiropratica offre alla gente che vuole godere della Vita al 100%, correggendo le sublussazioni vertebrali.

Grazie a Dan O'Brien, Arnold S e tante celebriies, ma anche grazie ai nostro pazienti che diffondono i principi della chiropratica ai loro amici, il pubblico sa che non si deve aspettare di essere ammalati per fare un controllo chiropratico, e capisce che la chiropratica diventa proprio una delle buone abitudine di vita che conduce al benessere globale.

La pratica

La Chiropratica è un nuovo paradigma nel campo della salute, si occupa di promuovere la salute piuttosto che combattere la malattia, è basata sulla filosofia vitalistica. Per accedere alla "Big Idea", è essenziale fare astrazione di tutti i vecchi schemi. Oggi la medicina riconosce che il vero medico risiede dentro di noi, è questa forza che dà la vita, la mantiene e guarisce. Ci sono ostacoli a questa forza; il chiropratico si occupa solamente del maggiore ostacolo: la Sublussazione Vertebrale.

Quindi l'impegno del chiropratico è: prima analizzare le sublussazioni, poi una volta determinato il tipo di sublussazione, effettuare la correzione chiamata Aggiustamento Vertebrale - per insistere sul fatto che si tratta d'un assestamento specifico e preciso.

Le Sublussazioni Vertebrali esistono a livello pandemico, possiamo dire senza incorrere in errore che tutti noi abbiamo una forma di Sublussazione Vertebrale; è necessario eliminarle al più presto, anche prima che si manifestino i sintomi della malattia. Fortunatamente, l'analisi della Chiropratica permette questo.

I diversi esami eseguiti:

Tutti gli esami chiropratici eseguiti, hanno lo scopo di determinare la presenza di sublussazioni vertebrali e il modo di correggerle, per poter verificare i progressi delle correzioni fatte... e nient'altro, cioè, nessuna terapia, perché esiste nel corpo un'intelligenza innata, capace, una volta eliminato l'ostacolo, di iniziare una guarigione. L'analisi viene effettuata dopo aver fatto conoscenza del paziente e del suo caso e una breve presentazione di cosa sia il vero scopo della chiropratica. Poi successive analisi non invasive vengono effettuate periodicamente per fare il monitoraggio della correzione dell'interferenza dovuta alla sublussazione. I sintomi o assenza di sintomi non possono dare alcuna informazione sullo stato di funzionamento della spina dorsale, solo un'analisi di questo tipo può farlo, quindi il ciclo di aggiustamenti è determinato solamente da quest'analisi.

Palpazione: lungo la spina dorsale dall'occipitale all'osso sacro.

Esame Visuale: in diverse posizioni del paziente: in piedi, supino, prono, gambe piegate, gambe strette, etc.. Quest'esame vienne eseguito ad ogni visita per accetare il protocolo dell'aggiustamento vertebrale in modo di poter seguire i progressi, di essere preciso e specifico, di verificare dopo l'aggiustamento che il corpo a effetuato il suo aggiustamento e che l'interferenza è sparita.

Radiografie, fatte in base a precise posizioni del paziente - Le proiezione sono eseguite specificamente per l'esame chiropatico e sono alla base della tecnica del'aggiustamento. Sono fatte generalmente, una volta sola all'inizio della cura.

Nelle radiografie, solo lo scheletro viene ripresentato, non i nervi e uno potrebbe dedurre che il scopo e unicamente di ridrezzare la colona vertebrale, in realtà siamo interessati nell'intima relazione delle vertebre con il midollo spinale e i nervi dove esiste un interferenza nella trasmissione tra il cervello e tutte le cellule del corpo - la temuta sublussazione vertebrale che si trova a l'origine di tanti diversi malessere e malattia.

La Cura: Gli aggiustamenti vertebrali comportano una sola indicazione: la presenza d'una sublussazione vertebrale determinata dall'analisi precedente e non "da dove fa male". L'aggiustamento è paragonabile a un atto chirurgico in quanto richiede grande esperienza, specificità e concentrazione... Siamo lontano dalla solita manipolazione per fare schioccare le ossa! Le differenze con la chirurgia sono che non vi è bisogno dell'anestesia e che non si toglie o si aggiunge qualcosa di fisico all'organismo, si tratta solo di rimuovere l'ostacolo: l'interferenza sui nervi prodotta dalla sublussazione... In sostanza è come aprire il rubinetto e lasciare che l'acqua fluisca nel giardino... se non è troppo tardi le piante ritornano belle.

Il ciclo degli aggiustamenti viene effettuato secondo una frequenza degressiva considerando i risultati degli esami periodici: all'inizio per una, due, o tre volte alla settimana per poi passare progressivamente ad una seduta ogni mese o due, a secondo del caso. Ad ognuno viene raccomandato un ciclo adatto alla propria persona, ma la scelta non è un obbligo: una volta spiegato lo scopo della chiropratica, il paziente è libero di seguire vecchi paradigmi del tipo: "Fa male, andiamo dal medico; non fa più male, è finita la cura fino alla prossima crisi" oppure: "Che mi senta bene o meno, meglio comunque accertarsi che le sublussazioni vengano eliminate regolarmente"

Alcuni possibili benefici della Chiropratica

  • Livello di energia aumentato
  • Mente più chiara e più "performance"
  • Sonno più profondo
  • Flessibilità migliorata
  • Energia e coordinazione nelle attività sportive
  • Miglior resistenza immunitaria
  • Funzione sessuale gradevole
  • Gioia di vivere
  • Attenzione, quando le funzioni si risvegliano, non esagerare nell'uso e non aspettare che una funzione qualsiasi si indebolisca per fare una visita di controllo. Il modo più intelligente per sostenere l'efficienza del corpo al suo massimo livello, è di mantenere il flusso di energia libero da interferenze, seguendo un'igiene di vita che include un mantenimento chiropratico così regolare come pulire i denti, mangiare sano, praticare allungamenti (stretching) di tutto il corpo come lo fanno istintivamente gli animali, e riposarsi per ricaricare la batteria biologica.

    Una nuova ricerca conclude che lo stato generale di salute e’ del 20% superiore alla media con le cure chiropratiche (25 maggio 2007).

    Un recente studio condotto dal gruppo di ricerca americano RCS dimostra che chi segue le cure Chiropratiche con costanza vanta un benessere psicofisico del 20% superiore rispetto alla media della popolazione mai curata con la Chiropratica.
    La ricerca e' stata condotta da RCS (Research & Clinical Science) su 800 pazienti volontari.
    La metodologia di studio si e' basata sul questionario di qualità di vita; utilizzato dai programmi di ricerca medici internazionali. Questo ha previsto un punteggio su 4 differenti componenti di benessere generale: gioia di vivere, stato fisico, stato emotivo e stress. Il tutto riassunto in un punteggio di qualità di vita in generale.

    Il studio ha paragonato un gruppo di pazienti che segue un check up Chiropratico regolarmente con un gruppo che non ha mai ricevuto un aggiustamento chiropratico.

    I risultati hanno mostrato che i pazienti sottoposti regolarmente a controlli chiropratici hanno uno stato di salute e benessere generale superiore del 20% rispetto alla media. Lo stato psicofisico migliora del 21%, la capacita di superare lo stress e' addirittura superiore del 34%, lo stato fisico del 15% ed infine la gioia di vivere nel senso più generico del termine e'superiore del 10%.

    Questo studio preliminare e'stato annunciato dal Presidente dell' RCS il Dott. Robert Blanks, PhD, professore del Reparto di Scienze Biomediche della Florida Atlantic University e Professore Emerito di Anatomia e Neurobiologia dell'Universita della California.